Il regolatore svizzero sviluppato i requisiti per ICO

In connessione con il forte aumento del numero di progetti ICO in Svizzera nel febbraio 16, 2018, il Servizio svizzero vigilanza dei mercati finanziari FINMA principi pubblicati che completa la precedente versione del Manuale ICO, pubblicato nel mese di settembre 2017.

requisiti per l'ICO

Secondo il documento, la valutazione del rispetto ICO con i requisiti della normativa in materia di regolamentazione dei mercati finanziari, in particolare la legge sul riciclaggio di denaro (LRD), dovrebbe essere condotto su una base caso per caso.

Nel valutare l'ICO, il controllore finanziario tiene conto delle funzioni dei gettoni e la possibilità di scambiare o trasferirli. La FINMA ha identificato tre gruppi di gettoni:

gettoni di pagamento (cryptocurrencies). Tali gettoni abbiano alcuna altra funzione, se non come mezzo di pagamento, o link ad altri progetti.

gettoni Utility, che forniscono accesso a un'applicazione o un servizio.

gettoni Asset sono trattati come attività con un vero e proprio componente finanziaria quando ricevono reddito da loro collocazione sotto forma di dividendi o interessi dopo la loro acquisizione. In questo caso, essi sono simili alle azioni, obbligazioni o derivati.


Sulla base di questa classificazione, FINMA considera l'ICO come segue:

OIC di pagamento:

Nel caso in cui il token ha la funzione di mezzo di pagamento, i requisiti del regolatore sono ridotti al rispetto della normativa antiriciclaggio. Criptovaluta non è considerato un titolo.

Utility OIC:

Tali segni non sono considerati titoli a meno che il loro unico scopo è quello di fornire l'accesso a un servizio o un'applicazione, e se il token può essere utilizzato in questo modo dal momento in cui è stato rilasciato. D'altra parte, se token esclusivamente o parzialmente un investimento, La FINMA considerarli come titoli.

Asset OIC:

Gettoni sono titoli, il che significa che il loro mestiere deve essere conforme alle norme del diritto civile, così come i requisiti della legge Securities. Tra le altre cose, ciò significa che l'ICO deve seguire le regole che riguardano materiali promozionali, e adeguatamente fornire informazioni agli investitori.


La FINMA riconosce anche l'esistenza di forme ibride ICO, per esempio, se token utilità può essere utilizzata come mezzo di pagamento. Allo stesso tempo, Organizzazioni internazionali di prodotto deve essere conforme alla normativa antiriciclaggio.

La formulazione e il contenuto della Guida pubblicata ICO rende chiaro che la FINMA è estremamente preoccupata per il rispetto della legge sul riciclaggio di denaro. La preoccupazione del regolatore è naturale, come quando si utilizzano sistemi di sistema blocco, rischi finanziari aumentano. In sostanza, le transazioni possono essere anonimi e senza l'uso di un intermediario finanziario accreditato.

l'attenzione del regolatore ha anche toccato la legislazione titoli, per esempio, l'obbligo di fornire informazioni affidabili e veritiere, che è particolarmente importante, dal momento che i token sono soggette a una notevole volatilità dei prezzi.

Le linee guida pubblicate, ancora una volta ha confermato l'interesse della FINMA nel potenziale delle tecnologie blockchain e la necessità di un approccio chiaro, ma equilibrata per regolamentare questo settore innovativo. La FINMA fa parte del gruppo di lavoro sulla blockchain e ICO, stabilito dal Segretariato di Stato finanziarie internazionali. Entro il 2018, il gruppo di lavoro dovrebbe sviluppare un quadro di lavoro e un approccio legislativo per l'ICO e la blockchain.


Scrivi: Richard Abermann


 

lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. i campi richiesti sono contrassegnati *