Chainalysis – l'azienda che ha distrutto l'anonimato Bitcoin

Nei paesi più sviluppati, lavoro attivo è in corso per introdurre regole per la regolazione di cryptocurrencies e blocco. Nella redazione delle lettere di, essi sono spesso assistite da aziende di monitorare i network del blocco, uno dei più famosi – Chainalysis. Solo in 2017 l'azienda ha guadagnato circa $ 700,000, cooperando con statali e Forze dell'Ordine.

A proposito di Chainalysis

Chainalysis è stata fondata nel 2014 da Jano Moller, Jonathan Levin e Michael Gronager. La direzione principale del l'azienda sta monitorando i blocchi e le transazioni criptovaluta per la lotta contro il riciclaggio di denaro e la frode. Le aziende che forniscono servizi simili sono molti, ma quasi tutti i reparti degli Stati Uniti, così come le organizzazioni europee come Europol, applica ai Chainalysis.

L'anno scorso Chainalysis ricevuto più di $ 700,000 dal US Department of Homeland Security (DHS), l'US Internal Revenue Service (IRS) e gli Stati Uniti Servizio di Immigrazione e Controllo delle dogane (GHIACCIO) per il suo lavoro. Anche l'anno scorso, la società è stata regolarmente contattato da organizzazioni private, come evidenziato dai rapporti trimestrali che punta a numerosi contatti e accordi di partnership.

E uno dei clienti abituali del Chainalysis è stata la US Federal Bureau of Investigation (FBI), che ha più volte rifornito i conti della società nel corso degli ultimi anni.

Chainalysis

Assistenza nelle indagini

Grazie alla collaborazione con Chainalysis, l'FBI è riuscita a ottenere risultati significativi nelle indagini le azioni dei partecipanti al sito di trading anonima Via della Seta, così come conoscere i dettagli del fallimento dello scambio Mt Gox. Dopotutto, i dipendenti Chainalysis monitorati i dispersi 650,000 bitcoin, che divenne noto durante l'audizione al Congresso.

Inoltre, grazie al lavoro della società di monitoraggio, a fine novembre 2017, la corte federale degli Stati Uniti ha ordinato lo scambio Coinbase di fornire dati riservati a 14,000 utenti. Tale decisione è stata presa alla luce delle indagini da parte del US Internal Revenue Service (IRS), che sospetta che gli utenti dello scambio ricevere proventi derivanti dalla vendita di criptovaluta, nella maggior parte dei casi, andare via da pagamento delle tasse. Così, secondo i dati di IRS 2015, l'imposta sugli utili derivanti da operazioni con bitcoin è stato pagato solo da 802 persone.

Influenza sulla crittografia

sito web della società dice che Chainalysis crede nella criptovaluta e tecnologia di blocco, e l'obiettivo della società è quello di fornire alle organizzazioni gli strumenti per prevenire attività fraudolente in materia di finanza, nel rispetto del diritto alla riservatezza. però, infatti, servizi blockanalysis della società collegano individui specifici con specifiche operazioni in rete.

Così, grazie ai servizi di Chainalysis, il loro, per esempio, monitora le azioni dei titolari di bitcoin e altri cryptocurrencies e monitora il pagamento delle imposte. E questo significa che le operazioni con cryptocurrencies, come bitcoin, non possono essere considerati anonimi. Anche, le aziende che utilizzano i servizi Chainalysis ricevono rapporti dettagliati sulle transazioni sul blocco, i loro potenziali clienti e partner.

Il fatto che la società Chainalysis sta guadagnando sempre più clienti tra i rappresentanti e le strutture statali, preoccupa molti membri della comunità crypto che credono nel futuro della criptovaluta senza regolamentazione statale e il diritto di ogni individuo di anonimato. però, secondo il capo del fondo Hermitage Capital Bill Browder, a causa delle azioni di aziende come Chainalysis, cryptocurrencies stanno diventando un modo sempre più attraente e affidabile di investire per gli investitori.


Autore: Richard Abermann


Regolamento di Crypto mercato in 2018